Forum Giovani Vallata

Dai spazio alle tue idee. Fai sentire la tua voce!


REGOLAMENTO
FORUM DEI GIOVANI DI VALLATA (AV)
APPROVATO CON D.C.C. n° 15 del 15/07/2010


INDICE
ARTICOLO 1 – ISTITUZIONE
ARTICOLO 2 – IMPEGNI DEL COMUNE DI VALLATA
ARTICOLO 3 – FINALITA’ DEL FORUM
ARTICOLO 4 AREE DI INTERESSE
ARTICOLO 5 – COMPETENZE
ARTICOLO 6 – ORGANI
ARTICOLO 7 – AMMISSIONE E DIMISSIONE DALLA CARICA DI SOCIO
ARTICOLO 8 – ASSEMBLEA
ARTICOLO 9:
􀂃 IL CONSIGLIO DIRETTIVO IL COORDINATORE
􀂃 IL VICECOORDINATORE
􀂃 IL SEGRETARIO
􀂃 I DELEGATI AL COORDINAMENTO PROVINCIALE
ART. 10 – ELEZIONI E INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO
ART. 11 – ELEZIONE E SCRUTINIO
ART. 12 - MODIFICHE AL REGOLAMENTO
ART. 13 - INTEGRAZIONE DEL REGOLAMENTO
ART. 14 – FUNZIONAMENTO
FORUM DEI GIOVANI DI VALLATA (AV)
REGOLAMENTO APPROVATO CON D.C.C. n° 15 del 15/07/2010
ART. 1 - ISTITUZIONE
E’ istituito dal Comune di Vallata il “Forum dei Giovani”, quale organismo permanente di partecipazione dei giovani alla vita ed alle istituzioni democratiche, che consente loro di presentare proposte e pareri nella fase di impostazione delle decisioni che dovranno essere assunte sui temi di interesse giovanile relativi alla programmazione delle attività rilevanti per la comunità. Il presente Statuto recepisce finalità e direttrici della “Carta europea della partecipazione dei giovani alla vita comunale e regionale” del Consiglio d’Europa (delibera del 7/11/1990) adottata con delibera n° 7081 dalla Giunta Regionale della Campania nella seduta del 17 novembre 1995, riveduta ed adottata dal Congresso dei poteri locali e regionali in data 21/5/2003 e recepita dal Comune di Vallata con delibera n° 02 del Consiglio Comunale di Vallata nella seduta del 15.03.2010; del “Libro bianco della Commissione Europea: un nuovo impulso per la gioventù europea” del 2001; della nuova “Carta Europea dell’informazione della Gioventù Europea” approvata a Bratislava nel Novembre 2004 e della risoluzione del Consiglio d’Europa del 25 Novembre 2003 (obiettivi comuni sulla partecipazione e informazione dei giovani). Il presente Statuto definisce i principi programmatici, gli scopi e le modalità di elezione degli organi del “Forum dei Giovani”, il quale svolge le proprie funzioni in modo libero e autonomo.
ARTICOLO 2 – IMPEGNI DEL COMUNE DI VALLATA
2.1 Il Comune di Vallata:
• offre una sede al Forum dotata di almeno una scrivania, una bacheca, un computer, una stampante e un collegamento a banda larga ad internet;
• definisce un responsabile del procedimento per il supporto e il funzionamento del Forum;
• Istituire per il funzionamento del Forum un apposito capitolo di bilancio, con relativo stanziamento;
• convoca il consiglio comunale almeno una volta all’anno per discutere la programmazione delle politiche giovanili comunali alla presenza del Forum;
• prende atto del programma presentato dal Forum per le proprie attività;
• chiede parere al Forum sul proprio bilancio di previsione nonché sui piani degli investimenti in materia di politiche giovanili;
• fa pervenire, anche su richiesta del Forum, atti, documenti, studi e dati consentiti dalle norme in materia di politiche giovanili;
• pubblicizza le iniziative concordate e gli eventuali documenti del Forum;
• favorisce l’utilizzo da parte degli organi del Forum di spazi autonomi sulla stampa eventualmente edita direttamente dall’Amministrazione Comunale;
• favorisce l’utilizzo di spazi autonomi autogestiti all’interno dell’ufficio Informagiovani;
• convoca il consiglio nella prima seduta utile per la discussione delle modifiche al presente regolamento proposte dal Forum;
• destina la sala consiliare del municipio, come sede operativa ufficiale per le plenarie del Forum, in subordine a tutte le altre necessità della sala, ovvero in caso di necessità un’altra sala adatta allo scopo.
2.2 L’ordine del giorno del Consiglio comunale viene inviato al Coordinatore del Forum quando vi sono argomenti di competenza di politiche giovanili. Il Consiglio del Forum può richiedere al Sindaco di assicurare la partecipazione di funzionari del Comune di Vallata ove sia ritenuta necessaria la consulenza di questi ultimi in ordine a determinate decisioni da assumere.
ART. 3 – FINALITA’ DEL FORUM
3.1 Il Forum dei Giovani ha le seguenti finalità:
• rappresentare i giovani del territorio in forma democratica e partecipata;
• stimolare i giovani alla partecipazione democratica alla vita pubblica, contribuendo alla formazione di un sano e robusto tessuto sociale giovanile cittadino;
• permettere ai giovani della città di disporre di un forte strumento di dialogo e relazione istituzionale con l’Amministrazione comunale;
• fornire ai giovani un luogo in cui possano esprimersi liberamente su argomenti che li preoccupano, ivi compreso a proposito di proposte e di politiche dei Comuni e delle Province, definendo gli obiettivi ed i programmi relativi alle politiche giovanili di competenza dell’Amministrazione;
• offrire ai giovani la possibilità di presentare delle proposte;
• permettere agli Enti suddetti di consultare i giovani su questioni specifiche;
• fornire una sede in cui si possano elaborare, seguire e valutare dei progetti riguardanti i giovani;
• offrire una sede che possa favorire la concertazione con delle associazioni ed organizzazioni giovanili; • favorire la partecipazione dei giovani in altri organi consultivi degli enti locali;
• dare ai giovani la possibilità di esprimersi e di agire su problemi che li riguardano, formandoli alla vita democratica e alla gestione della vita della comunità;
• promuovere iniziative pubbliche, convegni dibattiti, ricerche in materia di politiche giovanili;
• promuovere progetti a livello locale, provinciale, regionale e comunitario anche in collaborazione con Enti Pubblici, Associazioni ed altri Forum, rivolti ai giovani;
• promuovere un rapporto di comunicazione con i giovani dell’Ente in collaborazione con le realtà, le aggregazioni giovanili, rispetto ai bisogni emergenti sul territorio comunale ed agli interventi ad essi relativi;
• favorire la costituzione di un sistema informativo integrato fra Amministrazione locale, giovani e aggregazioni Giovanili, rispetto ai bisogni emergenti sul territorio comunale ed agli interventi ad essi relativi;
• affiancare l’Amministrazione comunale nella strategia di informazione e di comunicazione che coinvolga le Istituzioni, le aggregazioni, le associazioni comprese nel Forum, in rapporto organico con le strutture degli “InformaGiovani”, che sinergicamente interagiscono con l’intera attività del Forum, così come previsto dalla Risoluzione del Consiglio d’Europa del 25.11.2003 in materia di obiettivi comuni sulla partecipazione e informazione dei giovani (GUUE, 5/12/2003);
• approfondire, esaminare e fare proposte sul rapporto tra ente locale e realtà giovanile;
• promuovere forme di volontariato e di collaborazione con i servizi dell’Amministrazione rivolti ai giovani;
Il Forum è aperto al contributo di tutti, anche di esterni, fermo restando il diritto di voto per i soli consiglieri facenti parte del Forum. La partecipazione al Forum è gratuita.
3.2 Pareri
I pareri richiesti al consiglio del forum devono essere espressi in dieci giorni dalla data della richiesta ovvero in caso di urgenza entro i termini fissati dall’amministrazione comunale in sede di trasmissione. In caso d’inosservanza dei predetti termini il parere s’intenderà positivo. I pareri del consiglio del forum sono obbligatori ma non vincolanti nei seguenti casi:
1. Regolamenti comunali relativi ad attività o servizi operanti nel mondo giovanile;
2. Deliberazioni di investimenti in vari settori interessanti il mondo giovanile;
3. Convenzioni relative alla gestione d’impianti, strutture e servizi relative ai diversi settori giovanili;
Negli atti deliberativi relativi alle questioni di cui sopra si darà atto all’acquisito parere del forum ovvero alla mancata espressione nei termini.
ART. 4 AREE DI INTERESSE
La surrichiamata “Carta Europea” presenta, come essa stessa esplicita, “alcune grandi direttrici destinate a facilitare la partecipazione dei giovani alle decisioni che li riguardano”, e che tali direttrici, caratterizzate da unicità di significato e finalità, comportano l’impegno a realizzare, attraverso una serie di raccordi:
• una politica del tempo libero e della vita associativa;
• una politica per l’occupazione e per la lotta alla disoccupazione giovanile;
• una politica dell’ambiente urbano, dell’habitat, dell’abitazione e dei trasporti;
• una politica di formazione e di educazione che favorisca la partecipazione dei giovani;
• una politica di mobilità e di scambi;
• una politica sanitaria;
• una politica a favore dell’uguaglianza tra donne e uomini;
• una politica specifica per le regioni rurali;
• una politica di accesso alla cultura;
• una politica di sviluppo sostenibile e di tutela ambientale;
• una politica di lotta alla violenza e alla delinquenza;
• una politica di lotta alla discriminazione;
• una politica in materia di sessualità;
• una politica di accesso ai diritti.
ART. 5 – COMPETENZE
Il Forum dei Giovani ha il compito di:
• Promuovere iniziative pubbliche, convegni, dibattiti, ricerche in materia di politiche giovanili;
• Promuovere progetti a livello locale, provinciale, regionale e comunitario, anche in collaborazione con enti pubblici, associazioni e altri Forum;
• istituire gruppi di lavoro, in riferimento alle aree di interesse individuate all’art. 4, che siano coerenti al contesto locale;
• esaminare a fare propri i documenti elaborati dai vari Gruppi di Lavoro;
• promuovere un rapporto di comunicazione con i giovani del Comune in collaborazione con le realtà, le aggregazioni, le istituzioni presenti nel forum o interessate ai lavori dello stesso;
• esprimere parere entro 20 giorni dal ricevimento della documentazione, sul bilancio di previsione del Comune, con riferimento ai capitoli di spesa in materia di politiche giovanili;
• favorire la costituzione di un sistema informativo integrato fra Amministrazione comunale, giovani e aggregazioni giovanili, rispetto ai bisogni emergenti sul territorio comunale ed agli interventi ad essi relativi;
• approfondire, esaminare e fare proposte sul rapporto tra ente locale e realtà giovanile;
• promuovere forme di volontariato e di collaborazione con i servizi dell’Amministrazione comunale rivolti ai giovani;
• convocare almeno una volta l’anno un’assemblea pubblica per presentare il proprio programma che verrà trasmesso alla Giunta per la presa d’atto;
• proporre all’Amministrazione comunale eventuali modifiche al presente regolamento: tale richiesta verrà discussa nel consiglio comunale alla sua prima seduta utile.
ART. 6 – ORGANI
Sono organi del “Forum dei Giovani”: l’Assemblea, il Consiglio Direttivo, il Coordinatore, il Vice Coordinatore, il Segretario, i delegati al Coordinamento provinciale.
La durata del consiglio direttivo è di quattro anni.
Le cariche di Coordinatore, Vice Coordinatore, Segretario durano due anni e possono essere riconfermate, la durata della carica di delegato al coordinamento provinciale dipende dalla durata legislativa in corso del Coordinamento stesso, le cariche vengono mantenute fino alla conclusione del mandato, anche quando, durante lo stesso si compia il trentaduesimo anno d’età.
Le eventuali funzioni amministrative necessarie sono svolte dal personale messo a disposizione dal Comune di Vallata in casi particolari e per pratiche complesse.
ART. 7 – AMMISSIONE E DIMISSIONE DALLA CARICA DI SOCIO
7.1 Ammissione al Forum
Il Forum dei Giovani ha nell’Assemblea il suo organo sovrano. Il Forum è aperto al contributo di tutti, anche di esterni, fermo restando il diritto di voto per i soli membri/soci facenti parte del Forum.
Al “Forum dei Giovani” possono aderire tutti i cittadini di Vallata che hanno compiuto il quattordicesimo anno di età e che non hanno ancora compiuto il trentaduesimo anno di età, senza distinzione di sesso, di razza, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
Possono, altresì, aderire al Forum (senza diritto di voto attivo e passivo), nel rispetto dei sopraindicati limiti anagrafici, i giovani che sono stati residenti nel Comune di Vallata o che, pur senza essere mai stati residenti dimostrino di trovarsi nel territorio comunale per motivi di studio e/o lavoro o ancora di essere legati al territorio per ragioni diverse da quelle indicate. Tali casistiche costituiranno le motivazioni straordinarie d’adesione e consentiranno di aderire al Forum a patto che siano accolte dal Consiglio direttivo.
Per divenire socio del Forum sarà necessario presentare al Coordinatore relativa domanda di adesione nella quale andranno indicati i propri dati anagrafici, residenza, eventuale professione, eventuale scuola frequentata, eventuali motivazioni straordinarie per le quali si chiede l’adesione, eventuale indirizzo di posta elettronica ed inoltre occorre allegare una copia fronte/retro del documento di riconoscimento, copia del documento anche del genitore firmatario in caso di socio minorenne. Bisogna inoltre dichiarare di attenersi al presente regolamento, al regolamento di accesso alla sede (eventuale) ed alle deliberazioni degli organi sociali. L’ammissione dà diritto a ricevere la “Forum Card”.
Nelle more della fase transitoria di istituzione del Forum dei Giovani del Comune di Vallata, le domande di adesione andranno indirizzate al Sindaco o suo delegato.
7.2 Obbligo dei soci e sanzioni
I soci sono tenuti all’osservanza del Regolamento, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali.
Quando i soci non ottemperano alle disposizioni del presente Regolamento, dei regolamenti interni o a quelle adottate dagli organi sociali vengono richiamati ufficialmente dal consiglio che si esprime a maggioranza assoluta dei suoi membri. Al secondo richiamo i soci vengono espulsi.
7.3 “Forum Card” e diritti dei soci
La Forum Card e la qualità di socio non è trasferibile pena sospensione a tempo indeterminato. La Forum Card è gratuita e dà diritto a:
1. usufruire dei servizi del Forum alle condizioni fissate dai regolamenti interni;
2. usufruire degli sconti, delle agevolazioni concordate dal Comune di Vallata con enti pubblici o privati che offrono prodotti o servizi funzionali al benessere ed allo sviluppo psico-fisico dei giovani; 3. usufruire a prezzi ridotti dei servizi organizzati dal Comune di Vallata determinati dalla giunta;
4. partecipare alle votazioni per le elezioni degli organi sociali del Forum dei Giovani;
7.4 Dimissioni dal Forum
Le dimissioni vanno presentate per iscritto al Coordinatore del Forum e per conoscenza all’Assessore alle politiche giovanili con contestuale consegna della Forum Card.
ART. 8 – ASSEMBLEA
8.1 Funzioni
L’Assemblea del Forum dei Giovani è un organo permanente ed indipendente, la cui stessa esistenza non è legata alla durata del mandato dell’Amministrazione Comunale.
Il numero dei membri dell’Assemblea del Forum dei Giovani è illimitato. Partecipano all’assemblea tutti i soci iscritti al Forum ed hanno diritto di partecipare all’Assemblea, senza diritto di voto, il Sindaco, l’Assessore Comunale alle politiche giovanili e chiunque ne abbia interesse.
Ogni membro dell’Assemblea perde l’appartenenza al Forum al compimento del trentaduesimo anno di età, eccetto se la persona ricopre un incarico ufficiale all’interno del Forum o qualora tre volte consecutive, senza darne giustificazione al Coordinatore, non partecipi alle sedute della stessa Assemblea.
L’Assemblea è presieduta dal Coordinatore o, in caso di sua assenza, da un suo Vice. I verbali delle
riunioni dell’Assemblea e il Registro delle Presenze sono redatti a cura del Segretario o, in sua assenza, e per quella sola Assemblea, da persona scelta dal Coordinatore tra i presenti.
Al riunirsi dell’Assemblea, il Segretario dovrà dare notizia in merito alle eventuali adesioni, dimissioni, decadenze di diritti di partecipazione garantendo il costante aggiornamento del registro degli aderenti al Forum.
L’Assemblea del Forum della Gioventù con i suoi soci/membri è il massimo organo deliberante.
• Fissa le linee programmatiche per l'anno in corso;
• Detta le direttive di allocazione delle risorse;
• Approva in modo definitivo ed esecutivo i progetti del Forum;
• Delibera su gli altri oggetti attinenti l’attività del Forum che non siano riservati alla competenza del Consiglio Direttivo o del Coordinatore;
• Approva ogni regolamento interno;
• Ha facoltà di sciogliersi e quindi indire nuove elezioni anticipate;
Ogni rappresentante facente parte del Forum ha diritto ad esprimere un solo voto.
Un socio/membro del forum può delegare tramite richiesta scritta datata, firmata e indirizzata al Coordinatore a farsi rappresentare da un altro socio/membro del forum. E’ possibile, per quei soci/membri che ritengono di essere impossibilitati a partecipare al Forum per lungo tempo, delegare in forma permanente un qualsiasi altro socio/membro. Il delegato acquisisce tutti i poteri compresi quello di voto, di proposizione e presentazione e gestione dei progetti del socio/membro delegante. La delega permanente e l’eventuale revoca vengono presentati tramite richiesta scritta datata, firmata e indirizzata al Coordinatore.
Le dimissioni sono previste con comunicazione in carta semplice indirizzata al Coordinatore a mezzo raccomandata postale a/r e per conoscenza all’assessore alle politiche giovanili. In tal caso il seggio viene assegnato al primo non eletto. In caso di assenza di candidati il seggio resta vacante.
8.2 Convocazione dell’Assemblea
L’Assemblea del Forum dei Giovani si riunisce almeno una volta l’anno, in seduta pubblica, su convocazione del Coordinatore di propria iniziativa o su richiesta di almeno 1/3 dei membri del Forum.
Può altresì essere convocata su richiesta del Sindaco o dal Suo Delegato alle Politiche Giovanili.
I soggetti che convocano o richiedano la convocazione dell’Assemblea, previa comunicazione al Coordinatore, determinano l’ordine del giorno degli argomenti da trattare. La convocazione dell’Assemblea in via ordinaria è resa nota ai membri del Forum mediante avviso recante l’ordine del giorno affisso presso la bacheca del Forum dei Giovani. Tale avviso andrà pubblicato almeno sette giorni (compresi festivi) prima della data stabilita per la seduta. E’ consentita altresì la convocazione in via straordinaria dell’Assemblea con almeno 72 ore di anticipo rispetto alla seduta. Le sedute dell’Assemblea sono valide se è presente, in prima convocazione, la maggioranza assoluta degli iscritti al Forum. In seconda convocazione, che può avvenire a trenta minuti dalla prima, è valida se presenti almeno 1/5 degli iscritti al Forum. Ai lavori dell’Assemblea del Forum
sarà data massima pubblicità a mezzo di affissione di manifesti. Le sedute dell’Assemblea sono pubbliche.
8.3 Deliberazioni dell’Assemblea
L’Assemblea delibera a maggioranza semplice dei presenti aventi diritto al voto, espressi per alzata di mano. In caso di parità di voti prevarrà la linea caratterizzata dal consenso del Coordinatore. Per ogni incontro dovrà essere redatto verbale dei contenuti e delle presenze da parte del Segretario.
ART. 9 – IL CONSIGLIO DIRETTIVO, IL COORDINATORE, IL VICECOORDINATORE, IL SEGRETARIO, I DELEGATI AL COORDINAMENTO PROVINCIALE
9.1 Il Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo del Forum è costituito dal Coordinatore e 6 consiglieri. Ai lavori del Consiglio del Forum sarà data massima pubblicità a mezzo di affissione di manifesti. Il consiglio del Forum si riunisce quando lo ritenga necessario il Coordinatore o qualora ne facciano richiesta almeno 2 consiglieri. I consiglieri sono convocati almeno tre giorni prima della data di riunione con gli strumenti comunicativi ritenuti opportuni; possono presentare proposte al consiglio del Forum e fare interrogazione al Coordinatore del Forum. La carica di consigliere decade qualora questi risulti assente tre volte consecutive dalla riunione del Consiglio del Forum.
Il Forum della Gioventù è sciolto dal Sindaco o dall’assessore alle politiche giovanili sulla base di :
- scadenza di mandato,
- sfiducia al Coordinatore e/o impossibilità di accordo sull’elezione di un Coordinatore.
In caso di motivazioni gravi e straordinarie, il forum si scioglie anche con la dimissione incondizionata di almeno 2/3 dei consiglieri del Forum. Le lettere di dimissione devono essere indirizzate al Coordinatore, e per conoscenza al Sindaco e all’assessore alle politiche giovanili.
In caso di scioglimento il Sindaco, o l’assessore o un suo delegato assume i poteri di commissario
elettorale per portare il Forum alle elezioni.
Nel corso del mandato si potrà provvedere alla surroga dei dimissionari e decaduti con il primo dei non eletti. Nel caso non vi siano non eletti, i posti liberi del consiglio direttivo vengono eletti nella prossima assemblea seguendo il regolamento elettorale.
Il Consiglio del Forum dovrà riunirsi almeno una volta al mese, in mancanza vi provvederà il Sindaco o il Consigliere delegato.
Il Consiglio del Forum ha il compito di:
- eleggere il Coordinatore;
- deliberare sulle questioni riguardanti l’attività del Forum per l’attuazione delle sue finalità secondo le direttive dell’ Assemblea assumendo tutte le iniziative del caso;
- approvare i progetti da presentare tramite il Coordinatore;
- dare parere su ogni oggetto sottoposto al suo esame dal Coordinatore;
- discutere tutte le proposte presentate dall’Amministrazione Comunale per procedere in seguito alla discussione in Assemblea;
- realizzare i deliberati del forum;
- svolgere funzioni esecutive;
- amministrare i fondi del forum;
- predisporre i bilanci e la relazione sull'attività svolta;
- stilare gli ordini del giorno per le assemblee;e
- esercitare funzioni di controllo e di verifica sui singoli progetti;
- costituire gruppi di lavoro formali (è vietata la creazione di commissioni);
- approvare entro il 28 Febbraio di ogni anno il programma di lavoro per l’anno del Forum;
- deliberare la perdita di requisito di membro del forum;
- esprimere i pareri richiesti dal Sindaco con una relazione illustrativa delle motivazioni entro 10 giorni dalla data della richiesta;
- formulare proposte al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio Comunale;
Il Consiglio Direttivo del Forum delibera a maggioranza semplice, per alzata di mano, in base al numero dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Coordinatore.
Il consiglio del Forum delibera validamente a maggioranza dei voti. In prima convocazione il consiglio è valido con la presenza di almeno quattro consiglieri ed in seconda convocazione con la presenza di almeno tre. La seconda convocazione può avere luogo dopo che sia trascorsa almeno mezz’ora dalla prima. Le decisioni sono verbalizzate da un segretario nominato dal Coordinatore e i verbali sono conservati in originale presso la sede del Forum dei Giovani e sono consultabili dopo aver compilato apposita richiesta al Coordinatore del Forum; i verbali delle sedute vengono resi pubblici attraverso il sito ufficiale del Forum e/o affissione in bacheca.
Il Sindaco entro 30 giorni dal ricevimento delle istanze o delle richieste di informazioni dovrà formulare risposte per iscritto ed illustrare le modalità che si intendono seguire per le eventuali soluzioni.
9.2 Il Coordinatore
Il Coordinatore rappresenta il Forum dei Giovani e deve avere la maggiore età. Spetta solo al Coordinatore avere rapporti con le istituzioni, salvo sua delega specifica.
Il Coordinatore è eletto a scrutinio segreto tra i componenti del Consiglio direttivo del Forum.
Le votazioni per il Coordinatore avranno luogo immediatamente dopo la proclamazione del Consiglio Direttivo.
Alla prima votazione è necessario il voto favorevole di almeno cinque consiglieri. Alla seconda è sufficiente il voto favorevole di almeno quattro consiglieri. Se nessun candidato ottiene la maggioranza si procede al ballottaggio tra i due consiglieri che hanno conseguito il numero maggiore di voti. In caso di parità viene eletto il più giovane di età.
Il Coordinatore:
- rappresenta il Forum dei Giovani;
- convoca, presiede e disciplina le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio del Forum;
- cura l’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio;
- può partecipare alle sedute del Consiglio Comunale nelle sedute con all’ordine del giorno materie di interesse giovanile.
- nomina un vice Coordinatore;
- nomina il Segretario del Forum.
In caso di dimissioni o di impedimento grave, il Consiglio Direttivo provvede ad indicare un Coordinatore pro tempore, provvedendo contestualmente ad indire l’Assemblea che procede al rinnovo della carica.
9.3 Il Vice Coordinatore
Il Vice Coordinatore è nominato tra i Consiglieri direttamente dal Coordinatore. Il Vice Coordinatore sostituisce il Coordinatore in ogni sua attribuzione ogni qualvolta questi è impedito nell’esercizio delle proprie funzioni.
9.4 Il Segretario
È nominato dal Coordinatore del Forum dei Giovani.
Si occupa:
- della redazione dei verbali,
- della comunicazione dell’ordine del giorno in accordo con il Coordinatore e Giunta
- dell’archivio del Forum Comunale
- della pubblicazione delle delibere di Assemblea e di Giunta.
In caso di assenza del segretario le sue funzioni vengono svolte dal consigliere più anziano di età.
9.5 Delegati al Coordinamento provinciale
I delegati al Coordinamento provinciale vengono eletti dal consiglio direttivo tra i membri/soci del forum a maggioranza semplice con scrutinio segreto.
9.6 Mozione di sfiducia
E’ possibile presentare mozione di sfiducia nei confronti del Coordinatore, la mozione per essere valida deve essere firmata da 4 consiglieri e presentata al Sindaco di Vallata, in caso di mozione di sfiducia si prosegue all’elezione di un nuovo Coordinatore e la sua carica terminerà allo scadere del biennio di legislatura presidenziale in essere, il Coordinatore entrante procederà alla nomina di un nuovo segretario e vice-Coordinatore.
Nel caso all’interno della stessa legislatura del consiglio direttivo venga attuata per due volte la mozione di sfiducia, il Sindaco scioglie d’ufficio il consiglio direttivo e indice nuove elezioni.
ART. 10 – ELEZIONI E INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO
Alla scadenza del mandato del consiglio direttivo del Forum, in caso di scioglimento di esso e nella fase transitoria dell’istituzione del Forum, il Sindaco indice nuove elezioni e forma la lista elettorale consistente in un elenco in ordine alfabetico contenente i nominativi dei candidati che hanno presentato al Comune la loro disponibilità alla candidatura entro il tempo utile per ricoprire la carica di consigliere (si veda l’art. 11.5 per la presentazione delle candidature). Durante la settimana che intercorre tra la chiusura delle candidatura e le elezioni, i candidati potranno presentare il proprio programma elettorale agli elettori affiggendolo nelle apposite bacheche (sede del Forum e Comune).
La commissione elettorale è composta da un Presidente della commissione e da due scrutatori nominati dal Sindaco.
La commissione provvede alle operazioni di spoglio ed ha il compito di decidere a maggioranza su eventuali ricorsi inerenti le procedure elettorali, i quali dovranno essere presentati al Sindaco entro ventiquattro ore dal fatto che si intende censurare e decide entro le ventiquattro ore successive. La decisione è inappellabile.
La trasparenza di tutte le fasi elettive sarà garantita dalla presenza del responsabile dell’Ufficio Elettorale del Comune di Vallata che sovrintenderà alla regolarità di tutte le operazioni elettorali.
Il Consiglio Direttivo eleggerà il Coordinatore, immediatamente dopo spoglio delle schede elettorali e la proclamazione del Consiglio stesso, con le modalità previste dall’art. 9.2.
L’ insediamento del Forum dei Giovani è presieduta dal Sindaco o dal delegato alle Politiche Giovanili. Tale assemblea è preceduta da una intensa campagna di informazione finalizzata alla raccolta delle adesioni al Forum.
ART. 11 – ELEZIONE E SCRUTINIO
11.1 La votazione avviene su apposite schede elettorali predisposte dal Comune. Sono elettori e possono accedere alle cariche elettive tutti gli iscritti al Forum dei Giovani da almeno una settimana prima della data delle elezioni. I soci iscritti al Forum non residenti a Vallata non dispongono della facoltà di partecipare alle elezioni sia per quanto riguarda la forma attiva che la forma passiva.
La votazione ha una durata di quattro ore e si terrà nella sala consiliare del Comune di Vallata (in caso di indisponibilità il Sindaco sceglierà un’altra sede), subito dopo il Presidente della commissione elettorale provvederà insieme ai due scrutatori allo spoglio dei voti.
La lista delle persone votanti sarà redatta dal Coordinatore uscente del Forum, coadiuvato dal segretario e trasmessa alla commissione elettorale.
11.2 Deve essere eletto un numero di sette consiglieri. L’elezione avviene a turno unico, a carattere binominale, a maggioranza semplice, a parità di voti prevale il più giovane di età. Le persone candidate e non elette possono subentrare ai consiglieri dimissionari o decaduti dalla carica.
11.3 Il voto è binominale, ovvero ogni elettore può esprimere massimo due preferenze di voto. Nel caso su una scheda elettorale risulti espressa due volte la stessa preferenza viene attribuito un singolo voto. Non è ammessa delega di voto in nessun tipo di votazione. Per le persone candidate basta che la preferenza sia espressa anche solo attraverso il cognome, nel caso di candidati con lo stesso cognome è ammessa un’abbreviazione del nome che faccia capire dove verta la preferenza, se esistono due persone candidate con lo stesso cognome ma non è espresso il nome la preferenza singola non è valida. Nel caso risultino preferenze di persone non candidate ma iscritte al forum il voto è nullo.
11.4 La lista elettorale è formata da un elenco in ordine alfabetico contenente i nominativi dei candidati che hanno presentato al Comune la loro disponibilità alla candidatura.
11.5 E’ definita “candidata” la persona che abbia presentato la propria domanda di candidatura all’ufficio del Comune entro e non oltre la data indicata dal manifesto emesso dal Sindaco per indire
l’elezione del Consiglio del Forum (farà fede la data del timbro di accettazione dell’ufficio protocollo del Comune).
ART. 12 - MODIFICHE AL REGOLAMENTO
L’Assemblea delibera a maggioranza dei due terzi dei membri del Forum le proposte di modifica al regolamento e le propone al Consiglio Comunale che provvede ad esaminarle nella sua prima seduta utile. Tali modifiche, in linea con gli adeguamenti legislativi, non devono ostare ai principi cardine e allo spirito del FORUM DEI GIOVANI così come derivato dalle disposizioni comunitarie, regionali e provinciali. Le modifiche diventano vigenti ed efficaci dopo l’approvazione della modifica ad opera del consiglio dell’Amministrazione.
ART. 13 - INTEGRAZIONE DEL REGOLAMENTO
Per quanto non compreso nel presente Regolamento, relativamente agli aspetti di disciplina della sola attività interna del Forum, decide il Consiglio del Forum a maggioranza assoluta nel rispetto dei principi programmatici del Forum dei Giovani nonché dello Statuto del Comune di Vallata e delle leggi vigenti.
ART. 14 – FUNZIONAMENTO
In attuazione di quanto previsto all’art. 2 il Forum utilizza per il proprio funzionamento la sede con relativa bacheca e attrezzature, la sede sarà attrezzata con almeno una scrivania, un computer, una stampante e un collegamento a banda larga ad internet.
Il Forum trova supporto in un responsabile del procedimento per gli atti necessari e per le relazioni con altre istituzioni.
Il Forum dispone di un proprio capitolo di spesa presso il bilancio dell’amministrazione con apposito stanziamento. A tal fine il Forum approva un documento di programmazione che rappresenta la previsione dell’utilizzo del detto stanziamento e lo trasmette al responsabile del procedimento e per conoscenza all’Assessore alle Politiche Giovanili. Le spese saranno impegnate e liquidate sul detto capitolo da parte del responsabile del procedimento sulla base del programma del Forum. Alla fine dell’esercizio annuale il Forum invia al responsabile del procedimento e all’Assessore alle Politiche giovanili una relazione finale sulle attività svolte.
Il Forum ha facoltà di rintracciare fondi e risorse tramite altri enti (comunità montana, amministrazione provinciale, amministrazione regionale, bandi pubblici, sponsor privati con versamento su capitolo di spesa, etc.).

 

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!